Potremmo definirli i nuovi principi dell’elettro rock italiano; unici nel modo di mischiare elettronica, rock, techno, in suite tirate e vibranti.  Arrivano dal Salento e sono i finalisti di Rock In Roma Factory 2014.Il progetto nasce dall’unione di Stefano Scuro, leader dei Logo (voce e chitarra), Antonio “Dema” De Marianis (batteria), Errico “Ruspa” Carcagni (synth e programmazioni elettroniche) e Dario Ancona (basso).Forti di una cifra stilistica personale e un senso melodico raro, dopo il rifacimento di un pezzo di Bob Marley- So Much Trouble In the World- in una travolgente chiave sperimentale, è nell’estate del 2013 che esce il singolo che gli fa compiere il balzo in avanti, Pump Rock. Un pezzo ingegnoso e imprevedibile, snodato tra riposizionamenti di chitarre in prima fila  e synth  come se non ci fosse un domani; pause e progressioni dosate. E’ proprio il loro dna a caratterizzare i Moods: delirio energetico non solo nei brani, ma soprattutto nelle esibizioni, al punto da far ricredere che i rifacimenti a volte, possano esser anche migliori dell’originale. La wave  ammalia  nel secondo pezzo, Take My Love, fino a promuovere un terzo nell’estate corrente, Sunlight. E allora avanti con la schiera dell’elettro rock, declinato in tutti i modi possibili. Si ha la percezione di qualcosa che vada oltre tutto ciò, al di là del rock, dalla complessità sonora, che da poco ha ripreso a rinascere  nel nostro panorama, per alcuni versi. La band è ora impegnata alla lavorazione del primo EP ufficiale, ma non perdetevi assolutamente i loro live per tutto lo stivale; i loro concerti stregano le folle, dando una lustrata alla new wave italiana.

Annunci